News

 

Risultato della ricerca

Fondo Pantalena Volpe: da novembre 1918 a novembre 1919, immagini all'indomani della Grande Guerra

02/11/2016

La firma dell’Armistizio di Villa Giusti, il 3 novembre 1918, pone fine alla Grande Guerra. Il 4 novembre diviene in Italia festa dell’unità nazionale e delle forze armate, ma soprattutto a novembre inizia una intensa opera di verifica dei danni provocati dalla Guerra. 

Il Fondo Pantalena Volpe, acquistato dall’ICCD nel 2005 dalla signora Antonietta Volpe, documenta la ricostruzione avviata dall’Arma del Genio, soprattutto in Veneto, all’indomani della prima guerra mondiale: lavori di rifacimento degli argini, messa in sicurezza del territorio dalle acque dei fiumi, sistemazione di ponti e strade, ripristino di fabbricati di uso pubblico (municipi, chiese, scuole), riattivazione di opifici ed officine, di fornaci e segherie, di magazzini idraulici per il rifornimento di acqua potabile, etc.

Online i “Percorsi culturali” del progetto “Patrimonio culturale immateriale: l’inventariazione delle entità immateriali nei documenti audiovisivi” - Programma “500 giovani per la cultura”

25/10/2016

Si è da poco concluso il progetto Patrimonio culturale immateriale: l’inventariazione delle entità immateriali nei documenti audiovisivisviluppato dall’ICCD a partire dal Programma “500 giovani per la cultura” (6 dicembre 2013), in attuazione dell’art. 2 del decreto “Valore cultura”.

Il progetto, coordinato a livello nazionale dall’ICCD, è stato finalizzato all’individuazione delle entità del patrimonio culturale immateriale italiano rappresentate nelle fonti audiovisive di interesse demoetnoantropologico, con riferimento ai temi artigianato, culture alimentari, espressività di tradizione orale, feste e riti del ciclo dell’anno. Le entità individuate sono state inventariate mediante il modulo MODI-Applicazione alle entità immateriali informatizzato in SIGECweb.

Convegno sulla tutela del patrimonio storico della Grande Guerra, disponibile la registrazione video

18/10/2016

Lunedì 24 ottobre 2016, nella sala Giovanni Spadolini del Collegio Romano, via del Collegio Romano 27, a partire dalle ore 11, si terrà un convegno, promosso dal Gabinetto del Ministro, sulla tutela e la valorizzazione del patrimonio storico della Prima Guerra Mondiale, a 15 anni dalla legge n. 78 del 2001.

Pubblicato l’elenco degli ammessi al corso di formazione Applicazione delle metodologie e degli standard di catalogazione nel Sistema Informativo Generale del Catalogo - SIGECweb

12/10/2016

Pubblicato l’elenco degli ammessi, secondo i requisiti richiesti dal Bando, al corso di formazione Applicazione delle metodologie e degli standard di catalogazione nel Sistema Informativo Generale del Catalogo – SIGECweb.

18 ottobre 2016 ore 16,30-19,00 - Presentazione del volume XII/2015 di Voci e apertura della mostra Nascita e morte tra gli Acioli. Fotografie di Renato Boccassino, 1933-1934 a cura di Antonello Ricci

11/10/2016

L’ICCD presenta presso la propria sede il volume XII/2015 di “Voci” che pubblica nella sezione Camera oscura una selezione di 53 immagini tratte dal fondo Boccassino con contributi di Antonello Ricci, Maurizio Coppola, Elena Musumeci e Laura Petrone.

Una selezione di 20 immagini, esposta in mostra nelle sale dell’Istituto, racchiude due piccoli segmenti tra loro collegati dei temi etnografici della ricerca di Renato Boccassino: “Nascite eccezionali” e “Morte e sepoltura”. La scelta di una selezione monografica, piuttosto che antologica, consente di restituire nel modo migliore la metodologia di lavoro sul terreno dell’etnologo. 

Invito a manifestare interesse per l'affidamento del servizio di "Potenziamento del SIGECweb e del sito di fruizione pubblica, attraverso interventi di manutenzione correttiva ed evoluzione funzionale"

04/10/2016

L’ICCD per l’affidamento del servizio di "Potenziamento del Sistema informativo generale del catalogo dei beni culturali (SIGECweb) e del sito di fruizione pubblica, attraverso interventi di manutenzione correttiva ed evoluzione funzionale" intende procedere a un’indagine di mercato finalizzata all’acquisizione di manifestazioni di interesse di partecipazione alla procedura negoziata ai sensi dell’art. 36 comma 2, lett. b) del nuovo Codice di cui al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, attraverso il sistema della Richiesta di Offerta (RDO) con ricorso al mercato elettronico (MEPA) fornito dalla centrale di committenza CONSIP dal portale www.acquistinretepa.it, consultando n. 5 società di servizi di adeguata specializzazione individuate tramite la presente preliminare indagine di mercato. 

Oggettività e impiego della prima fotografia

30/09/2016

Giornate di studio delle Fototeche della Bibliotheca Hertziana – Max-Planck-Institut für Kunstgeschichte e del Deutsches Archäologisches Institut Rom

23/24.3.2017 

Tra le caratteristiche distintive della fotografia, rientra la molteplicità delle sue forme: in qualità di mezzo flessibile essa, difatti, si adatta alle mutate e differenti condizioni storiche, culturali ed estetiche. Tra le fotografie rientrano manufatti oggettivi e materiali, ad esempio impressioni su lamine di metallo o ingrandimenti su carta fotografica, ma anche proiezioni immateriali o immagini digitali. In particolare, gli esordi della fotografia furono caratterizzati da un’ineguagliata varietà e ricchezza di tecniche di ripresa e di stampa, che si differenziavano e divenivano peculiari rispetto all’utilizzo del nuovo mezzo e allo scopo perseguito, in esso, dagli autori e dai committenti. La giornata di studio è dedicata al rapporto tra l’oggettività della fotografia e i contesti della sua presentazione e del suo impiego tra la seconda metà del XIX e l’inizio del XX secolo: quali tecniche, quali formati, quali materiali e criteri di sistematizzazione vengono applicati quando, dove e come? Quale ruolo rivestono, contestualmente, i differenti attori – fotografi, committenti, fruitori e quale, invece, i soggetti? In relazione al carattere e alla funzione dell’oggetto, la fotografia di documentazione topografica si differenzia dalla riproduzione d’arte, e la fotografia di viaggio da quella di genere e paesaggistica? In quale entità, l’aspetto materiale e tecnico e il contesto di utilizzo si determinano vicendevolmente nelle loro differenti configurazioni? In quale rapporto si trovano le fotografie rispetto agli altri media? Come utilizzavano le fotografie, concretamente, i primi fruitori del medium, in quali circostanze ne entrarono in possesso, quando e come esse vennero manipolate, moltiplicate, firmate, colorate e, infine, classificate, archiviate e riutilizzate? Come si comunicava attraverso le immagini e come si trasmettevano, in tal modo, i messaggi e il sapere?

“Prenditi cura dei tuoi ricordi” - Laboratorio aperto al pubblico per la conservazione e la corretta custodia di antiche fotografie e attrezzature fotografiche

30/09/2016

Domenica di carta
Apertura straordinaria - Domenica 9 ottobre 2016, dalle 10.00 alle 18.00

Anche quest’anno l’ICCD apre le sue porte al pubblico con il Laboratorio “Prenditi cura dei tuoi ricordi”. Gli esperti dell’ICCD saranno a disposizione per esaminare le fotografie portate dal pubblico ed offrire utili indicazioni sulle tecniche esecutive e sulle modalità di conservazione di raccolte fotografiche antiche, negativi su vetro e pellicola, album e vecchie attrezzature fotografiche.

L’iniziativa sarà accompagnata dalla distribuzione di un vademecum per la conservazione delle vecchie fotografie.

Negli stessi orari sarà ancora possibile visitare la mostra fotograficaFirenze, novembre 1966. L’alluvione nelle immagini del Gabinetto Fotografico Nazionale (GFN)”, una selezione d’immagini sull’alluvione di Firenze 50 anni dopo.

Per tutta la durata della manifestazione saranno proiettati video sulle collezioni fotografiche, sulle tecniche antiche e uno slideshow tratto dalle 1800 fotografie inedite sull’alluvione di Firenze, eseguite dai fotografi del GFN. 

Corso di formazione. Applicazione delle metodologie e degli standard di catalogazione nel Sistema Informativo Generale del Catalogo - SIGECweb , Roma 24 - 28 ottobre 2016

19/09/2016

Il corso, organizzato dalla Direzione Generale Educazione e Ricerca in collaborazione con l’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione (ICCD), si svolgerà dal 24 al 28 ottobre 2016 a Roma presso la sede dell’ICCD, in Via di San Michele 18 dalle ore 9.00 alle ore 16.30.

Giornate Europee del Patrimonio 2016

13/09/2016

“Porte aperte in archivio”
Dal dagherrotipo al digitale. Le collezioni del Gabinetto Fotografico Nazionale

Domenica 25 settembre 2016 dalle 10.00 alle 18.00

L’ICCD partecipa all’iniziativa promossa dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea e intitolata quest’anno al tema della partecipazione al patrimonio culturale offrendo al pubblico una giornata dedicata alla conoscenza del ricchissimo patrimonio fotografico dell’Istituto,  articolata in due distinti momenti.

La mattinata è dedicata a ricordare l’alluvione di Firenze del 1966 di cui ricorre il cinquantenario, momento di straordinaria partecipazione attiva della popolazione, soprattutto di giovani accorsi dall’Italia e dall’estero per contribuire al recupero del patrimonio culturale fiorentino gravemente colpito dal cataclisma. 

Nel pomeriggio gli esperti dell’Istituto apriranno le porte dei depositi e degli archivi per far conoscere da vicino le  immagini fotografiche e i tesori sconosciuti ai più in essi custoditi. 

Il sisma nel centro Italia. Il Catalogo del patrimonio artistico per il pronto intervento

08/09/2016

L’emergenza creata dal sisma che ha colpito l’Italia centrale il 24 agosto scorso, ha immediatamente mobilitato l’unità di crisi del MiBACT nelle aree interessate dalle principali scosse. L’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione (ICCD) e l’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro (ISCR) hanno provveduto a realizzare report di sintesi sui beni residenti nei comuni dichiarati ufficialmente danneggiati dal sisma, trasmettendoli al personale coinvolto nella valutazione dei danni al patrimonio artistico.

Fonte immagini: Carabinieri Nucleo di Tutela e Paolo Scarpitti

Aerofototeca Nazionale: nuova modalità di consultazione

08/09/2016

L’Aerofototeca Nazionale (AFN) dell’ICCD è il maggiore archivio aerofotografico civile d’Italia. Nata nel 1959 per fornire supporto conoscitivo e tecnico alle Soprintendenze nella loro attività di tutela sul territorio, AFN è andata raccogliendo negli anni una serie di fondi fotografici di grande importanza storica, il più noto dei quali è costituito dalle foto scattate dagli Alleati sul territorio italiano (1943-1945) nel corso della II guerra mondiale. Le foto aeree AFN sono state nel tempo intensamente consultate e sfruttate per tutta una serie di valenze storiche, topografiche, archeologiche, geologiche, urbanistiche, paesaggistiche; dal 1985 sono state usate soprattutto per fini amministrativi (autorizzazioni e condoni edilizi).

L’Aerofototeca Nazionale al Convegno della European Archaeology Association (Vilnius 31 agosto - 4 settembre 2016)

11/08/2016

Al convegno sarà presentato il contributo di Lisa Foa dal titolo "The Aerofototeca Nazionale of Rome: a photographic archive for the study of Italian Heritage". La relazione illustra la storia dell’Archivio quale supporto alle ricerche archeologiche e tratta di alcuni casi studio relativi allo sviluppo del territorio laziale, visto attraverso un secolo di immagini. La presentazione è programmata per il 3 settembre.

Orario di apertura ICCD nel mese di agosto

09/08/2016

Si comunica che l'Istituto dal 12 al 31 agosto 2016 osserverà il seguente orario di apertura:

dalle ore 7:30 alle ore 17:00.