ICCD03 - Marzo 2016

18/03/2016

marzo 2016 #03

[Eventi]
Presentazione del progetto fotografico di Giuseppe Moccia Vedute da un margine incerto - Roma rovesciata

A partire dal 2013, Giuseppe Moccia ha intrapreso una ricognizione fotografica del territorio romano, nuovo capitolo di una sua più ampia indagine sui cambiamenti del paesaggio antropico italiano.
Vedute da un margine incerto - Roma rovesciata è un progetto focalizzato sui luoghi di confine, paesaggi stratificati generati dalla sovrapposizione e sottrazione tra identità urbana e rurale.
Le fotografie di Giuseppe Moccia sono domande poste al territorio, a se stessi e a chi il territorio lo vive e lo amministra. La presentazione del 14 aprile è la prima occasione di confronto nello sviluppo di un più ampio progetto che, attraverso workshop partecipativi, mostre e pubblicazioni intende contribuire a sviluppare un dialogo più attivo fra cittadini, studiosi, istituzioni e amministrazione pubblica.
Insieme a un video introduttivo, verrà esposto un primo nucleo di fotografie, visibile fino al 20 maggio.
Vai alla notizia

[Istituto]
Segnalazioni editoriali


E’ disponibile sul sito ICCD il n. XII 2015 della Rivista VOCI, con contributi inediti, nella sezione Camera oscura, di Antonello Ricci, Elena Musumeci, Laura Petrone sul Fondo Boccassino conservato dall'ICCD. Si tratta in particolare di: Nascita e morte tra gli acioli. Fotografie di Renato Boccassino, 1933-1934, a cura di Antonello Ricci; Renato Boccassino. Un profilo biobibliografico di Maurizio Coppola; Il fondo Boccassino dell’Istituto centrale per il catalogo e la documentazione: un’introduzione. di Elena Musumeci e Laura Petrone; Le fotografie di Renato Boccassino della spedizione tra gli acioli in Uganda: prime considerazioni di Antonello Ricci

E’ online il secondo numero della rivista RSF Rivista di studi di fotografia periodico semestrale e scientifico peer reviewed della Società Italiana di Studi di Fotografia (SISF). La rivista raccoglie e promuove le ricerche più avanzate sulla cultura fotografica italiana ed estera, con particolare attenzione per il trattamento specifico e specialistico della fotografia, per l’innovazione metodologica e per il dialogo fra diversi saperi.

Si segnala inoltre l’uscita del n. 3-4, Anno XXV, 2015 della Rivista Economia della culturaIl numero a stampa è dedicato al tema Federalismo, cultura e sviluppo: il caso Puglia. L’analisi del caso Puglia offre lo spunto per indagare gli effetti che la valorizzazione dei beni e delle attività culturali induce sulle politiche locali in Italia e all’estero. Nella sezione Argomentil’articolo di Laura Moro: Il catalogo del patrimonio culturale italiano. Nuova centralità e prospettive, sviluppa  un’analisi sulle funzioni del sistema di catalogazione nazionale e fa emergere il legame del Catalogo con le politiche di governo del territorio.

[Catalogazione]
ICCD al Salone del Restauro di Ferrara


L’ICCD, presso il Salone del Restauro di Ferrara, propone “Madamina, il catalogo è questo…” una serie di presentazioni/incontri/dimostrazioni allo stand sul tema del catalogo.
Il programma si articola in 4 laboratori che affrontano aspetti diversi della catalogazione creando occasioni di interazione col pubblico che “raccontano” e “rappresentano” nella pratica situazioni legate al contesto di lavoro e di ricerca, sia nella fase di produzione dei dati sia nella consultazione da parte degli utenti.

L'ICCD parteciperà, inoltre, al convegno “Linked open data per i beni culturali: iniziative e prospettive”, organizzato dall’Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna in collaborazione con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.
Il convegno intende presentare alcuni progetti di pubblicazione di linked open data del dominio cultura, esplorarne le ragioni tecniche e scientifiche e delineare le azioni future per favorirne un riuso consapevole ed efficace. Tra i progetti sarà presentato da Chiara Veninata (ICCD) L'ontologia Cultural-ON per i luoghi e gli eventi della cultura.

[Catalogazione]
In linea la scheda BDM - Beni demoetnoantropologici materiali, versione 4.00

 

Le procedure per la revisione della scheda BDM e per la produzione della relativa normativa di versione 4.00 hanno previsto la costituzione di un tavolo di lavoro Stato-Regioni composto da rappresentanti di 23 strutture, di cui 16 riferite al MiBACT e 7 a Regioni e Province autonome e che ha espresso al suo interno un gruppo di lavoro specialistico. In via preliminare il gruppo ha affrontato le questioni riguardanti la definizione dei beni demoetnoantropologici materiali e l’area di applicazione della scheda, rivedendo successivamente la struttura dei dati e le norme di compilazione con riferimento tanto alla Normativa trasversale 4.00 quanto alle esigenze specifiche del settore disciplinare demoetnoantropologico.

[Fotografia]
Paesaggi di storia


E' disponibile online la conferenza Paesaggi di storia, tenuta da Laura Moro, all'EXPO di Milano nell'ambito di Conservare per ricordare. Un viaggio tra le eccellenze italiane. L'intervento, il primo dei tre che saranno pubblicati, fa parte del ciclo di nove conferenze organizzate dal MiBACT per EXPO 2015.
[Programma 500 giovani per la cultura]
Il progetto Grande Guerra sul territorio

I progetti formativi in corso presso le Soprintendenze territoriali stanno sviluppando diverse attività: dalla ricognizione sui beni ancora da catalogare e alla loro catalogazione, alle ricerche biografiche sui caduti della Grande Guerra, alla integrazione documentaria di schede esistenti. Contestualmente si stanno realizzando ricerche orientate alla redazione di percorsi tematici da pubblicare sul sito Catalogo generale dei beni culturali o  sotto forma di articoli in altri siti di riferimento.

ICCD ha allestito sul proprio sito uno spazio dedicato alle Soprintendenze come ulteriore occasione di divulgazione e ampia visibilità sui risultati del Programma 500 giovani sul territorio.
Il Cenacolo in divisa da guerra 1915/1918 di Chiara Madella, tirocinante presso la Soprintendenza belle arti e paesaggio per le provincie di Milano, Bergamo, Como, Lecco, Lodi, Monza e Brianza, Pavia Sondrio, Varese, è il primo articolo pubblicato nella nuova pagina del sito ICCD. Il titolo suggestivo richiama il tema della salvaguardia delle opere d’arte in caso di eventi bellici e racconta come anche l’Ultima Cena, dipinta da Leonardo da Vinci nel refettorio di S. Maria delle Grazie a Milano, dovette indossare la sua divisa da guerra per poter affrontare il rischio di un eventuale bombardamento.

[Compendio]
Progetto Grande Guerra. Censimento e catalogazione dei Parchi della rimembranza

Propedeutico all’avvio del progetto dell'ICCD per la Catalogazione dei monumenti ai caduti della Grande Guerra, dei Parchi e dei Viali della Rimembranza, finanziato dal Segretariato generale con decreto attuativo del decreto interministeriale MiBACT e MiUR del 12 novembre 2015, sarà l’avvio di un'iniziativa progettuale intesa a stabilire i parametri su cui incrementare la catalogazione dei Parchi, considerando pressoché conclusa l’attività sui monumenti ai caduti.
Il progetto intende condurre una ricognizione preliminare sui beni da catalogare e sulla catalogazione già realizzata.
Continua la lettura